Krystian Lupa

Krystian Lupa (Polonia, 1943), regista, scenografo, scrittore ed educatore, è considerato uno dei più grandi registi internazionali.
Dopo la laurea, ha lavorato al Norwid Theatre di Jelenia Góra, dove ha condotto ricerche su nuove forme di espressione teatrale con un gruppo di giovani attori, e poi allo Stary Teatr di Cracovia, che ha ospitato il maggior numero di allestimenti. A Jelenia Góra, Lupa ha messo in scena per lo più produzioni originali, che sono stati i suoi manifesti artistici. Negli spettacoli di Cracovia ha esplorato la condizione spirituale dell’uomo nell’era della profonda trasformazione culturale. Con The Lime Works, ha iniziato a lavorare sulle opere di Thomas Bernhard, di cui ha messo in scena 7 testi. La messa in scena di Immanuel Kant segna l’inizio della sua collaborazione con il Teatro Polski di Breslavia, che è proseguita con opere di Broch, Musil, Schwab, Gorky. Altri allestimenti importanti includono testi di Wyspiański, Bulgakov e altri.

I suoi ultimi lavori sono Capri – the Island of Fugitives al Teatr Powszechny di Varsavia (2019) e Austerlitz al Valstybinis Jaunimo Teatras di Vilnius (2020).

Per molti giovani registi, Lupa è un maestro e un guru spirituale.

Ha vinto molti prestigiosi premi teatrali in Polonia e all’estero, tra cui il Premio Leon Schiller (1992), Premio Europa per il teatro (2009), Premio per il teatro Nestroy (2014), Premio Golden Cross of the Stage (2016).

edizioni precedenti

© VIE Festival è un progetto di